In quali casi l’intervento alla colonna vertebrale è la soluzione?

2-1-droppedImage

L’intevento chirurgico diventa una buona scelta in presenza di due condizioni: l’intervento produce un risultato migliore rispetto al trattamento conservativo se l’esito supera i rischi connessi. Il questo caso, l’analisi rischio/beneficio è a favore dell’intervento chirurgico. Vi sono parecchie situazioni che parlano a favore dell’intervento chirurgico.

La decompressione dei nervi consente di alleviare chirurgicamente la pressione e aumenta le possibilità di guarigione in caso di deficit neurologico. Per evitare la paralisi, può essere deciso un intervento d’urgenza. La decompressione può essere accoppiata alla stabilizzazione.

Alcuni tipi di dolori intensi causati da lesioni della colonna vertebrale sono talmente gravi che il trattamento conservativo non è sufficiente ad alleviarli, ad es. la sciatica grave.

L’instabilità traumatica dovuta a frattura o lussazione della colonna vertebrale può mettere a rischio le terminazioni nervose e rendere necessaria la ristabilizzazione della colonna vertebrale.

Alcuni tumori possono mettere a rischio la stabilità della colonna vertebrale e comprimere i nervi, oltre a esercitare un effetto distruttivo e invasivo. Può rendersi necessaria l’asportazione del tumore e il ripristino della stabilità.

Le deformazione della colonna vertebrale, le deviazioni scoliotiche, la cifosi o lesioni post-traumatiche possono compromettere l’equilibrio della colonna vertebrale. Questa condizione causa dolore e può comportare compressione dei nervi. Quando le deformazioni raggiungono un certo livello, è impossibile arrestarne il peggioramento senza intervento chirurgico. La stabilizzazione e interventi correttivi possono essere la soluzione per arrestare questo peggioramento.

Il dolore causato da disturbi generativi derivanti da funzionamento non corretto del disco intervertebrale o delle articolazioni posteriori può essere molto intenso e il trattamento conservativo può non essere sufficiente a permettere al paziente di condurre una vita normale. Alcuni interventi, quali l’inserto di una protesi o la stabilizzazione vertebrale con artrodesi, possono alleviare questo dolore e ripristinare la funzionalità delle strutture mobili. Queste procedure possono alleviare il dolore dato dalla compressione dei nervi e migliorare discretamente la mobilità.

Tanto è maggiore il disagio del paziente e tanto più lungo è stato il trattamento consevativo senza risultati soddisfacenti, tanto maggiore è la necessità di optare per un intervento chirurgico. In generale, occorre valutare e discutere i vantaggi, le controindicazioni, i rischi e gli sviluppi previsi prima di qualsiasi intervento chirurgico tenendo conto dell’età, dello stato generale di salute, dello stato sociale e professionale e della motivazione del paziente.

Clinica Saint George

Clinica Saint George

Il policlinico Saint George è situato sulla collina di Cimiez a Nizza. Vi si arriva comodamente con l'autobus o in auto.
Per saperne di più
IM2S - Istituto di medicina e chirurgia sportiva di Monaco

IM2S - Istituto di medicina e chirurgia sportiva di Monaco

Per saperne di più
Centro di esami e di trattamento per la colonna vertebrale - Nizza

Centro di esami e di trattamento per la colonna vertebrale - Nizza

Il centro di consultazione è situato
Per saperne di più
Trattamento dell'ernia lombare al disco

Trattamento dell'ernia lombare al disco

La disectomia è un intervento chirurgico per
Decompressione del nervo spinale

Decompressione del nervo spinale

La ricalibrazione consiste in un intervento di decompressione mediante resezione posteriore.
la correzione della spondilosistesi

la correzione della spondilosistesi

La spondilosistesi è una condizione nella quale una vertebra della parte inferiore della colonna vertebrale esce dalla posizione corretta rispetto all'osso sottostante e può portare a
Protesi del disco lombare

Protesi del disco lombare

La protesi del disco lombare è stata sviluppata per ripristinare la funzionalità di un disco sano